Come creare un Prodotto che vende

Uno dei maggiori problemi nel creare un business é la mancanza di soldi

Una volta creato il prodotto non si ha budget a sufficienza da investire sul marketing e la pubblicità.

Fortunatamente, se agisci con criterio, non avrai bisogno di fare pubblicità. Oppure puoi investire una parte della somma ottenendo dieci volte i risultati desiderati.

Come fai a fare questo? Crei un prodotto che si vende. Questi quattro punti ti aiuteranno nel percorso verso la creazione di un “PRODOTTO CHE VENDE”.

come-scegliere-prodotti-commercializzare


  • Riempire un evidente bisogno con criteri semplici

Probabilmente avrai sentito questa cosa molte volte, ma vale la pena ripeterla: è necessario fare un prodotto che soddisfa un bisogno evidente. Purtroppo gli imprenditori continuano a trascurare questo principio.
Se si vuole creare un prodotto che si venderà, dovrai assicurarti la presenza di questi elementi.
1) Semplice: vuol dire che deve rispettare immediatamente quello che promette, deve essere semplicemente quello che é. Esempio: l’Insetticida “X”, lo spruzzi e uccide subito gli insetti; facile, evidente come la promessa.
2) Interessante: Un prodotto che si vende si distingue tra le altre merci. Se ci pensate, tutti i prodotti sono merci. L’iPhone è un bene…è un telefono cellulare. Ma non è solo un altro telefono cellulare. E ‘interessante per  l’accesso a Internet, le svariate applicazioni e molto altro ancora.
3) Produttivo: Un prodotto che si vende offrirà un mezzo per fare qualcosa di più veloce, più facile o più economico. In altre parole, il prodotto non complica la vita del cliente, ma offre una comodità.
4) Lunga durata: Un prodotto di successo è longevo. Fornirà una soluzione significativa per il problema del cliente che è più di una semplice moda passeggera. Passerà attraverso più generazioni, ricercando sempre l’innovazione.
5) Intrattenere: Siti come Facebook sono popolari, ma non perché sono produttivi. Tante persone amano i videogiochi, ma non perché aumentano la produttività. Sono eccitanti e divertenti, e così hanno senso per le persone che li utilizzano.
Non è necessario seguire tutti i 5 elementi per creare un prodotto che si vende. Se riesci a seguire 3 o 4 di queste caratteristiche, avrai probabilmente un prodotto vincente.

  • Assicurarsi che il valore sia evidente

Se si lavora con i criteri semplici, si dovrebbe essere in grado di produrre un prodotto che abbia un valore “visibile” sin da subito.
Per essere all’avanguardia il valore deve essere evidente. È necessario essere in grado di definire dove finisce il valore e inizia il nuovo. Ma non fate l’errore di “Blockbuster”.
Blockbuster è morto perché i telefoni oggi hanno la fotocamera, connettività e possibilità di guardare video, sul Pc puoi vedere in streaming migliaia di film e ci sono diversi servizi che puoi scegliere in Tv, e tutti fanno quello che faceva Blockbuster ma molto meglio. 
Questo potrebbe succedere anche a te! Quindi, fai in modo di fare un passo indietro, guardare il prodotto e chiederti se il valore è evidente. Chiediti se la sua funzione potrebbe essere fatta meglio da un prodotto più semplice.
Chiedi ai tuoi sviluppatori, i tuoi partner, i tuoi amici, gli estranei e i primi clienti.
Se le persone ti stanno dicendo che il valore non è evidente…riesci a fare un cambiamento? Oppure, insisti sbagliando e vai avanti con le tue idee?

  • Offrire qualcosa di unico

Si potrebbe passare attraverso il metodo semplice per la creazione di un prodotto e creare una copia esatta di qualcosa che già é sul mercato e vende.
Ad esempio Huawei, probabilmente hai notato che il funzionamento e l’interfaccia sono molto simili al Samsung. Tuttavia i due telefoni hanno una combinazione di design, interfaccia utente e una vasta gamma di servizi unici e differenti: si differenziano per piccole ma grandi cose.
Quindi, come si fa a evitare la trappola del “copia e incolla” quando si sta progettando un prodotto? Qui ci sono alcune cose da considerare.

1) Conosci il tuo settore. Lavorare in un settore che conosci molto bene. Le Start-up spesso non riescono quando cercano di muoversi in uno spazio lavorativo che non conoscono bene.
2) Chiedi feedback. In caso di dubbio, parlare con la gente del vostro prodotto. Sia che tu stia facendo un incontro informale o una presentazione formale agli investitori o partner, chiedi sempre delle valutazioni. Analizza le obiezioni! Imparerai da quello che dicono.
3) Conosci la concorrenza. L’ultima cosa che non vuoi fare è creare un prodotto e scoprire che la concorrenza ti ha già anticipato. Analizza tutti i prodotti simili ai tuoi e valuta le differenze che puoi apportare ad essi. Risparmierai un bel po di soldi in futuro!

  • Entrare nel mercato con un buon nome del prodotto

I prodotti che si vendono di solito hanno un grande nome. Ecco alcuni suggerimenti per la creazione di uno che funziona.

1) Accenno alla soluzione. Il nome del prodotto dovrebbe dare alla gente un’idea di ciò che il prodotto fa.
2) Fissa le parole chiave. Un grande nome include le parole chiave che stanno dietro il prodotto. Per esempio “Burger King” contiene la parola chiave “Burger”
3) Cerca atemporalità. Evitare nomi di tendenza o bizzarri. Vuoi che il tuo marchio sia rilevante anche fra cinque anni da oggi? Allora evita le parole “del momento”.
4) Facile da afferrare. Il nome del prodotto dovrebbe essere facile da ricordare, dire e ripetere. E se si traduce bene in altre lingue, il gioco é fatto.
5) Registra il marchio di fabbrica. Il passo finale è quello di registrare il nome del prodotto, evitando furti da parte della concorrenza.

Se segui attentamente queste semplici regole, ti troverai a realizzare un prodotto unico, innovativo e vendibile, risparmiando notevolmente sul prezzo di marketing e pubblicità.

Riccardo Geraci

Condividi l'articolo sui SocialShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *