Allenati a ridere

“Da un sorriso nasce sempre un altro sorriso”
“Guarisce soltanto chi vuol guarire” (Ippocrate)

RIDERE FA BENE ALLA SALUTE

Tutte le più grandi Università del mondo hanno ormai dimostrato scientificamente che la risata aiuta a vivere meglio: fa bene al cuore, al cervello, ai muscoli ed ai polmoni. Aiuta a produrre più endorfine (ormone prodotto dal cervello che aiuta a stare bene) e diminuisce gli ormoni dello stress.

Ma vediamo in dettaglio perché ridere fa bene:

  1. Migliora le relazioni – Uno studio ha dimostrato come, coppie che partecipano regolarmente a yoga o sessioni svolte mediante l’uso della risata, siano più legate e con meno problemi.
  2. Aumenta la produttività – La risata influenza positivamente la produttività. Lo stato d’animo positivo di una persona permette di essere più creativi nel risolvere i problemi. La risata fornisce energia, motivazione sul lavoro e fa essere ottimisti nell’affrontare le sfide quotidiane.
  3. Migliora l’immagine di se stessi – Ridere e far ridere hanno una forte influenza su l’immagine che si ha di se stessi. Quindi aumenta l’autostima e si é, agli occhi degli altri, una persona di cui si può avere fiducia e responsabilità.
  4. Risparmio sulle spese mediche – I medici del Giappone occidentale una volta curavano le persone anziane con programmi di assistenza che prevedevano cure a livello fisico, ma anche terapia della risata. Circa il 92% di quanti ne hanno beneficiato hanno riferito che le loro spese mediche annuali sono scese del 30% dopo l’adesione al programma.
  5. Migliora la digestione – Sindrome dell’intestino irritabile? Studi scientifici hanno dimostrato l’efficacia della risata stimolata e/o spontanea sulla cura di questa problematica. Ma anche la digestione in persone sane migliora.
  6. Stimola gli organi – Una risata, si é visto, aumenta l’afflusso di sangue in tutto il corpo, quindi aumenta l’irrorazione degli organi più importanti come il cuore i polmoni ed il cervello. Così facendo si ha un utilizzo migliore degli stessi.
  7. Riduce l’aggressività – La risata aumenta gli ormoni dello star bene e diminuisce quelli dello stress, facendo altresì ridurre drasticamente un atteggiamento aggressivo che potrebbe sfociare in liti e discussioni continue.
  8. Stimola a sopportare il dolore – I ricercatori dell’Università di Oxford hanno scoperto che la risata gioca un ruolo significativo nell’aumentare la soglia del dolore di una persona, incoraggiando il corpo nella produzione dell’endorfine, le sostanze chimiche prodotte dal cervello che aiutano a sentirsi bene.
  9. Migliora il sonno – Ricercatori giapponesi hanno scoperto che ridere la sera incoraggia il corpo a produrre più melatonina (l’ormone rilasciato dal cervello che agisce sull’ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia).
  10. Si guarisce più velocemente – La ricerca scientifica ha suggerito che, abbassando la pressione sanguigna, aumentando le nostre funzioni immunitarie, diminuendo gli ormoni dello stress, ecc. la risata ci aiuta a recuperare più velocemente da vari disturbi fisici.
  11. Rafforza il sistema immunitario – Secondo il National Cancer Institute, la risata mantiene gli ormoni dello stress sotto controllo e aiuti gli agenti del sistema immunitario, quali le cellule NK, linfociti, cellule B e le cellule T a funzionare in modo ottimale.
  12. Riduce l’invecchiamento – I ricercatori della Loma Linda University hanno scoperto che una bella risata produce un aumento di HGH (un ormone anti-invecchiamento) di ben il 87%.

In conclusione possiamo dire che ridere fa bene sia al corpo che all’anima. Trova sempre il modo, il tempo e la situazione per ridere. Abbiamo una sola vita e non credo ci sia stata data per affliggerci con paranoie giornaliere o stress continui. Ridi sempre anche in situazioni che all’apparenza potrebbero sembrare insormontabili.

Ridi della vita perché é un gran bel film tutto da scoprire!!!

“Quasi sempre dalla medesima fonte del riso, si possono trarre anche pensieri seri”

Cicerone
Condividi l'articolo sui SocialShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *